SERVICES

«Riscontrate irregolarità»: fermata in porto la Eurocargo Trieste

Livorno - Sono state riscontrate irregolarità «nell’impianto fisso antincendio di bordo e nelle dotazioni di sicurezza» della nave Eurocargo Trieste.

Livorno - Sono state riscontrate irregolarità «nell’impianto fisso antincendio di bordo e nelle dotazioni di sicurezza» della nave Eurocargo Trieste, a bordo della quale due giorni fa un incendio si è sviluppato nella sala macchine mentre il mercantile si trovava a poche miglia dal porto di Livorno.
Lo ha reso noto la Capitaneria di porto di Livorno al termine di un’ispezione disposta proprio per «comprendere le cause dell’incendio» e «accertare le condizioni di navigabilità». Le «varie anomalie riscontrate» hanno portato gli ispettori della Guardia costiera «a fermare la nave, risultata non rispondente agli standard previsti in materia di sicurezza della navigazione»: dovranno essere ripristinati «prima che la stessa possa nuovamente operare». La nave, battente bandiera maltese, dopo il rogo è stata trainata e ormeggiata al porto di Livorno da dove era salpata prima che si sviluppasse l’incendio. Sul mercantile, spiega sempre la Capitaneria, in corso verifiche anche da parte degli ispettori della compagnia armatoriale e dei rappresentanti di Malta.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››