SERVICES

Gruppo Grimaldi, il nuovo ferry cruise Roma da zero emissioni in porto

Napoli - La prima nave del Mediterraneo con zero emissioni in porto viene presentata oggi dal Gruppo Grimaldi a Barcellona.

Napoli - La prima nave del Mediterraneo con zero emissioni in porto viene presentata oggi dal Gruppo Grimaldi a Barcellona. Il cruise ferry Roma, operativo sulla linea Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona, è stato sottoposto a lavori di allungamento e restyling dal cantiere Fincantieri di Palermo. Grazie all’inserimento di un troncone di 29 metri, adesso l’unità misura 254 metri e ha una stazza lorda di circa 63.000 tonnellate, dati che la rendono tra i traghetti più grandi mondo per il trasporto di merci e passeggeri. La portata infatti sale ora a 3.500 passeggeri e, per quanto riguarda i veicoli, il ponte auto ha una capacità di 271 automobili, mentre oltre 3.700 metri lineari sono destinati a circa 210 mezzi pesanti.

Guarda la foto

***

Più grande e più eco-sostenibile, riprende il mare la nuova cruise Roma del Gruppo Grimaldi. Il traghetto viene presentato a Barcellona dopo l’intervento di allungamento e restyling dello stabilimento Fincantieri di Palermo, che lo rende la prima nave del mediterraneo a zero emissioni in porto. La cruise Roma, operativa sulla linea Civitavecchia-Porto Torres-Barcellona, è stata allungata con l’inserimento di un troncone di 29 metri e un investimento da 40 milioni. Era già uno dei traghetti più grandi per il trasporto di merci e passeggeri, ora misura 254 metri e ha una stazza lorda di 63.000 tonnellate. Può ospitare 3.500 passeggeri, 271 auto e 210 mezzi pesanti. L’obiettivo di zero emissioni in porto è stato raggiunto da Grimaldi con un impianto di mega batterie a litio della capacità di oltre 5 MWh per alimentare la nave durante le soste senza la necessità di mettere in funzione i diesel-generatori. Per la riduzione dell’impatto ambientale e il risparmio energetico, sono stati inoltre installati quattro scrubber per la depurazione dei gas di scarico al fine di abbattere le emissioni di zolfo fino allo 0,1% in massa - superando di 5 volte i requisiti previsti dalla nuova normativa dell’IMO a partire dal 2020 - e di ridurre il particolato dell’80%. «Siamo convinti che il futuro sia “green” e assicuriamo che il Gruppo Grimaldi garantirà il massimo sforzo affinché i trasporti e la logistica siano sempre più all’avanguardia nella sostenibilità ambientale, nell’innovazione tecnologica e nella sicurezza», ha dichiarato il corporate short sea shipping commercial director del Gruppo, Guido Grimaldi, alla presentazione della cruise. Il console italiano a Barcellona, Gaia Danese, ha definito progetti come questo il «cuore del Made in Italy, imprese che lavorano bene per il benessere collettivo». Mentre il presidente dell’Autorità portuale di Civitavecchia e del Lazio, Francesco Maria di Majo, ha sottolineato come questa cruise «contribuirà allo sviluppo degli scambi tra Italia e Spagna». Alla cerimonia hanno partecipato anche la presidente dell’Autorità Portuale di Barcellona, Mercè Conesa i Pagès, che ha detto che «siamo all’inizio di una rivoluzione verde» e il director de Explotacion de Puertos del Estado, Leandro Melgar Casillas.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››