SERVICES

«Le Alliance non danneggiano il mercato»

Genova - Secondo un rapporto pubblicato dalla Fmc il settore del trasporto di container è concorrenziale.

Genova - I clienti dei servizi marittimi stanno chiedendo alla Commissione europea di non prorogare la Ber, il regime che esenta le compagnie marittime dalle norme antitrust europee e che ha permesso loro, finora, di riunirsi in alleanze o Consortia. Contro la proroga della Ber si sono espresse ad esempio l’associazione europea degli speditori Esc (European shippers council) e la confederazione italiana delle imprese dei trasporti e della logistica (Confetra). Una risposta indiretta alla presa di posizione questi operatori arriva adesso da Oltreatlantico, e precisamente dagli Stati Uniti, dove uno studio della Federal maritime commission, organo del governo federale, ha invece promosso il valore delle alleanze fra vettori, affermando che non danneggiano la concorrenza e il mercato.

Secondo lo studio, nonostante la crescita della quota di mercato delle tre alleanze maggiori (2M, Ocean, The), non ci sono evienze che sia diminuita la concorrenza fra i vettori di linea. Anthony Homan, che è direttore dell’Ufficio per le analisi economiche della Fmc e che ha guidato lo studio, ha spiegato che il motivo è che la capacità della flotta mondiale è cresciuta più velocemente rispetto al volume del commercio.
Acquista una copia dell’Avvisatore Marittimo per continuare la lettura

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››