SERVICES

Sncf vuole ordinare 15 treni all’idrogeno

Parigi - Le Ferrovie dello Stato francesi (Sncf) contano di ordinare presto 15 treni regionali a idrogeno dal produttore ferroviario Alstom, per lanciare il settore in Francia, ha detto in settimana il numero uno del gruppo, Guillaume Pepy.

Parigi - Le Ferrovie dello Stato francesi (Sncf) contano di ordinare presto 15 treni regionali a idrogeno dal produttore ferroviario Alstom, per lanciare il settore in Francia, ha detto in settimana il numero uno del gruppo, Guillaume Pepy: «Speriamo che tra qualche settimana, coinvolgendo sei regioni, che lo Stato ci aiuterà con Alstom. In questo modo potremo firmare un contratto per costruire una quindicina di treni a idrogeno - ha detto Pepy su Rmc e BFmtv -. Sarà la prima commessa di questo tipo in Francia» ha aggiunto Pepy, che spera di vedere questi treni circolare tra «due anni, all’incirca», in linea tra l’altro con le attese del governo. Il vantaggio dell’idrogeno è che «lungo tutto il percorso, il treno non emette sostanze inquinanti» ricorda Pepy. Se l’uso è virtuoso, l’origine dell’idrogeno però può essere problematica, visto che il 95% di questo combustibile consumato in Francia proviene da fonti fossili. Esiste un altro metodo di generazione, quello per elettrolisi dell’acqua, ma è ancora costoso e non molto diffuso. L’anno scorso, Alstom ha proposto un adattamento francese del suo treno a idrogeno, attivo da settembre 2018 in Germania.

Sncf aveva a suo tempo sollecitato le Regioni a ordinare rapidamente 30 copie di questi nuovi mezzi, che sarebbero una versione a due modalità (elettrica e idrogeno) del modello Regiolis già in circolazione in Francia. Da allora la Sncf ha riunito le Regioni interessate per elaborare le specifiche. L’Occitania, in particolare, aveva annunciato un ordine di tre coppie.

Pepy ha anche ricordato che la Sncf sta scommettendo su treni ibridi, sostituendo con le batterie tutti i motori a gasolio delle motrici ferroviarie esistenti: «L’obiettivo è l’eliminazione in 15 anni del diesel dalle ferrovie francesi».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››