SERVICES

Ponte Morandi, indennizzi all’autotrasporto: ecco come ottenerli

Genova - In conseguenza alla caduta del ponte Morandi, il Decreto Genova e il successivo Decreto attuativo del Mit hanno definito le risorse da destinare alle imprese di autotrasporto.

Genova - In conseguenza alla caduta del ponte Morandi, il Decreto Genova e il successivo Decreto attuativo del Mit hanno definito le risorse da destinare alle imprese di autotrasporto. Il totale delle risorse per il periodo che va dal 15 agosto al 31 dicembre 2018 è di 20 milioni. La cifra del ristoro per singola missione sarà stabilita in base al numero totale delle richieste. Sono ammesse al «ristoro» le missioni che abbiano comportato il trasporto di merce in conto terzi su strada esclusivamente nel periodo intercorso tra il 15 agosto ed il 31 dicembre 2018. Avranno diritto al «ristoro» le imprese regolarmente iscritte all’Albo dell’Autotrasporto o al Registro Elettronico Nazionale.
Il compito di raccogliere in modo informatico le richieste di ristoro spetta all’Autorità di Sistema Portuale che ha pubblicato nel proprio sito (https://www.portsofgenoa.com/it) un primo avviso che sarà integrato con la pubblicazione delle linee guida per la presentazione delle domande. L’istruttoria, che è prevista proseguire anche per il 2019 e il 2020, interesserà diversi milioni di documenti attestanti l’attraversamento del nodo urbano e portuale genovese.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››