SERVICES

Porto di Genova, l’Europa finanzia il progetto E-Bridge

Roma - «Sono molto orgoglioso di annunciare che la Commissione europea, nell’ambito del bando Cef Transport 2018, ha selezionato uno dei progetti che abbiamo presentato per aiutare Genova», ha detto Danilo Toninelli.

Roma - «Sono molto orgoglioso di annunciare che la Commissione europea, nell’ambito del bando Cef Transport 2018, ha selezionato uno dei progetti che abbiamo presentato per aiutare Genova e tutto il territorio circostante a rinascere dopo la tragedia del crollo del Ponte Morandi. Si tratta di un piano che potenzia il porto e tutta l’area dell’ultimo miglio, prevedendo, una volta firmato il Grant Agreement, un cofinanziamento europeo di 6 milioni di euro». Lo dice in una nota il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli. «Si tratta - aggiunge Toninelli - di un ulteriore stanziamento importantissimo per Genova e i genovesi. Risorse in più per il risorgimento della città, che si vanno ad aggiungere a quelle stanziate finora dal governo, circa un miliardo di euro, a testimonianza della nostra assidua attenzione al rilancio della città».

Il progetto selezionato dall’Ue prevede l’implementazione di una piattaforma Ict denominata E-Bridge (Emergency and Broad Information Development for the ports of Genoa) finalizzata alla condivisione dei dati tra sistemi portuali, varchi dei terminal, aree buffer e connessioni di ultimo miglio ferroviario. «Sono soddisfatto che il nostro progetto abbia trovato la condivisione dell’Europa, che dovrà ora formalizzarsi con la firma del contratto di finanziamento. Questo ci dà ancora più forza per proseguire il nostro lavoro, iniziato subito dopo il tragico crollo del Morandi, continuando a mettere in campo tutti gli strumenti necessari per aiutare Genova a ripartire».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››