SERVICES

«Vado Ligure, piattaforma pronta nel 2019» / INTERVISTA

Genova - La struttura sarà operativa nel secondo semestre. «La Liguria ha un grande potenziale in Europa».

Savona - «APM Terminals - dice Paolo Cornetto, managing director di Apm Terminals - dice è una società leader a livello mondiale nella gestione di terminal container, grazie a una rete globale di terminal di 74 impianti, distribuiti in 58 Paesi, che servono oltre 60 compagnie di navigazione. In più ci sono altri cinque impianti in via di espansione o costruzione, 100 sono gli operatori di servizi inland e circa 22 mila i dipendenti nel mondo. La sede centrale si trova all’Aia, in Olanda, ed è stata fondata nel 2001 come divisione separata e indipendente del Gruppo danese AP Moller-Maersk. A Vado Ligure APM Terminals sta realizzando un moderno terminal container, tecnologicamente molto avanzato. Il cantiere di Vado è attivo, ad oggi lo stato di avanzamento lavori è del 57% del progetto e prevediamo che la piattaforma sarà operativa dalla seconda metà del 2019. L’attività di ricezione delle navi e movimentazione della merce inizialmente partirà sui primi 450 metri di banchina, che poi a lavori terminati diventeranno 700. APM Terminals inoltre controlla al 100% Reefer Terminal Spa, la società che, sempre a Vado Ligure, gestisce il terminal dedicato principalmente alla logistica della frutta, con una movimentazione di più di 500 mila tonnellate all’anno. Il reefer terminal di Vado può contare una superficie di 50 mila mq di stoccaggio e distribuzione della frutta, di cui 24 mila di magazzino refrigerato».

Quale bilancio è possibile fare, dal suo punto di vista, dopo la fusione tra i porti di Genova e Savona-Vado?

«La riforma nel suo complesso ha l’obiettivo di rinnovare in modo efficace la governance del sistema portuale italiano, migliorandone l’efficienza e favorendo la cooperazione tra porti vicini. Un percorso ben avviato ma non ancora completato. Credo che il sistema portuale di Genova e Savona-Vado abbia tutte le caratteristiche per poter fornire un’offerta forte e integrata sul mercato del trasporto marittimo a livello internazionale».

Quali sono le priorità infrastrutturali sulle quali dovrebbe puntare l’Autorità di sistema?

«Collegamenti interni (ndr: incluso nuovo casello autostradale di Bossarino, di cui la Regione ha finanziato la progettazione), varco portuale e diga, opere già pianificate, dovranno garantire il buon funzionamento dell’attività portuale a Vado Ligure».

Quali sono oggi le potenzialità più importanti del porto di Genova/Vado?

«Ci prepariamo tutti a poter cogliere la futura crescita dei volumi containerizzati (trend mai arrestatosi neanche nei momenti di crisi) così come assicurarci quote del mercato centro-europeo (Svizzera e Sud-Germania). Attraverso l’efficienza (sia operativa che documentale), collegamenti ferroviari favoriti dalle future infrastrutture ed un marketing aggressivo, avremo la possibilità di convincere finalmente le merci ad usare Vado e Genova come propri porti naturali, riducendo i tempi rispetto ai porti del Nord Europa. Una sfida che il nostro sistema portuale deve affrontare e vincere».

Che cosa si attende dal nuovo governo sotto l’aspetto della logistica e della portualità?

«Ci auguriamo che l’economia marittima e la logistica vengano messa al centro dell’agenda politica e, soprattutto, che si continui a ragionare in un’ottica di “sistema”, di porti come di interporti, ognuno con un ruolo e possibilmente complementari, con il fine di rendere competitivo il sistema logistico nazionale nel suo insieme, con conseguente beneficio per ogni singolo attore della catena così come per i clienti finali».

Quali sono le prospettive della portualità ligure?

«La Liguria è ‘IL’ polo portuale fondamentale per l’Italia, la principale porta di ingresso e di uscita delle merci nazionali e, come detto, ha un potenziale straordinario a livello europeo. Contiamo che il nostro impianto a Vado Ligure possa dare slancio ulteriore per far rimanere la regione ai vertici anche negli anni a venire».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››