SERVICES

I pastori sardi ci ripensano: nessun blocco di porti e aeroporti

Cagliari - Il Movimento pastori sardi ha deciso di bloccare temporaneamente le manifestazioni preannunciate nei porti e aeroporti della Sardegna.

Cagliari - Il Movimento pastori sardi ha deciso di bloccare temporaneamente le manifestazioni preannunciate nei porti e aeroporti della Sardegna. «Vogliamo impedire qualsiasi interferenza coi lavori che la Giunta del presidente Pigliaru sta portando avanti per onorare le promesse fatte», si legge in un post pubblicato stamane sulla pagine Fb del MpS in cui si invitano i comitati dei pastori a sospendere la mobilitazione. «Se entro il 25 agosto non avremo riscontro dei provvedimenti d’urgenza di cui si è parlato a lungo, non intendiamo concedere ulteriori tregue», avverte, però, il Movimento in riferimento all’impegno di Giunta e capigruppo in Consiglio regionale di reperire 35 milioni di euro da destinare al sostegno delle aziende ovine della Sardegna, schiacciate dal calo del prezzo del latte, la cui condizioni è stata aggravata da siccità e incendi.

«La Regione deve vedere questa nostra posizione come atto di responsabilità nei confronti della parola data». Non si ferma, infatti, la preparazione di una nuova manifestazione annunciata a Cagliari per la prima settimana di settembre, dopo quella del 2 agosto scorso.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››