SERVICES

Usa, nuovi dazi sull’acciaio di Messico e Cina

Washington - Gli Stati Uniti hanno annunciato nuovi dazi sull’acciaio strutturale - utilizzato nelle costruzioni - importato da Messico e Cina perchè sarebbe sussidiato dai rispettivi governi. Solo due mesi fa il presidente americano Donald Trump aveva deciso di esentare Messico e Canada rispetto ai dazi all’import di acciaio

Washington - Gli Stati Uniti hanno annunciato nuovi dazi sull’acciaio strutturale - utilizzato nelle costruzioni - importato da Messico e Cina perchè sarebbe sussidiato dai rispettivi governi. Solo due mesi fa il presidente americano Donald Trump aveva deciso di esentare Messico e Canada rispetto ai dazi all’import di acciaio e alluminio in seguito all’intesa raggiunta sul nuovo Nafta, l’accordo di libero scambio che Washington ha imposto di rinegoziare.

In un rapporto preliminare, il dipartimento del Commercio Usa ha stabilito che gli esportatori messicani e cinesi di acciaio beneficiano di sussidi pubblici in un range compreso tra il 30,3% e il 177,43%. Nel caso di Ottawa gli aiuti di Stato al settore sarebbero marginali e quindi non sono state decise misure di ritorsione. Le importazioni negli Stati Uniti di acciaio strutturale da Cina e Messico sono ammontate complessivamente a 1,5 miliardi di dollari nel 2018, fa sapere il dipartimento del Commercio Usa. I dazi statunitensi saranno applicati in proporzione agli aiuti di Stato ricevuti e l’ammontare potrà essere restituito nel caso la pratica dei sussidi venga abbandonata.

Citando minacce alla sicurezza nazionale, Trump lo scorso anno ha annunciato tariffe globali sull’acciaio e l’alluminio importati negli Stati Uniti, rispettivamente del 25% e del 10%. Lo scorso maggio aveva poi comunicato l’esenzione di Messico e Canada rispetto a queste tariffe.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››