SERVICES

Anthilia sottoscrive il bond di Tsw Industries

Milano - Anthilia Bit 3 ha sottoscritto il primo prestito obbligazionario ai sensi della legge 134/2012 emesso da TSW Industries, gruppo attivo da oltre 10 anni nella produzione di macchinari per la lavorazione e il packaging di generi alimentari e altri beni di largo consumo

Milano - Anthilia Bit 3 - il fondo di private debt che prosegue l’esperienza iniziata nel 2013 con Anthilia Bond Impresa Territorio (Anthilia Bit) e nel 2016 con Anthilia Bit Parallel Fund - ha sottoscritto il primo prestito obbligazionario ai sensi della legge 134/2012 emesso da TSW Industries, gruppo attivo da oltre 10 anni nella produzione di macchinari per la lavorazione e il packaging di generi alimentari e altri beni di largo consumo. L’emissione di Tsw Industries, sottoscritta dal fondo che investe in bond appositamente creato da Anthilia per un importo di due milioni di euro, ha scadenza il 29 marzo 2024 con un rendimento del 6% e un rimborso amortizing con 12 mesi di pre-ammortamento.

Come per le tre precedenti emissione di Tsw Industries, anche in questa occasione tutte le fasi sono state seguite dal gruppo Sella, anche con il supporto della sua divisione specializzata Sella Corporate & Investment Banking. Il gruppo ha infatti svolto il ruolo di advisor e di arranger dell’operazione. L’emissione sottoscritta da Anthilia fa parte di una serie di emissioni obbligazionarie curate dallo stesso gruppo Sella nel dicembre 2018 e successivamente sottoscritte da altri investitori.

Il gruppo TSW Industries, fondato nel dicembre 2007 e con stabilimenti a San Damiano d’Asti, Montorfano, Novi Ligure e Barcellona, è uno dei principali operatori italiani nel settore della progettazione e dello sviluppo di macchine e impianti per l’imballaggio di generi alimentari (in particolare, dolciario e cioccolata) e altri beni di largo consumo. Nel 2015 la società è stata rilevata da un team di investitori e dirigenti con consolidata esperienza nel settore degli impianti per il packaging. Oggi il gruppo, guidato da Freberto Falcioni e Flavio Abbondati, ha sedi produttive e filiali commerciali in Italia e all’estero e ha una clientela fidelizzata per effetto dell’offerta customizzata di soluzioni modulari. Nel 2018 il gruppo ha registrato ricavi netti pari a circa 13 milioni di euro con una quota di esportazioni superiore al 90% del fatturato.

L’emissione del prestito obbligazionario consentirà al gruppo Tsw Industries di finanziare opportunità di investimento per nuove acquisizioni strategiche di settore, sostenendo lo sviluppo della crescita per linee esterne e la penetrazione di ulteriori mercati all’estero: «Tsw Industries - commenta Giovanni Landi, vicepresidente esecutivo di Anthilia Capital Partners - è un gruppo italiano attivo nel settore dei macchinari da packaging a livello nazionale e internazionale con un approccio altamente specializzato e personalizzato. Grazie all’emissione sottoscritta dal nostro fondo di private debt e avente una size leggermente più elevata delle altre che l’hanno preceduta, Tsw Industries potrà continuare a dare ulteriore impulso al suo percorso di crescita con significative risorse aggiuntive». «L’emissione del prestito obbligazionario - dice Freberto Falcioni, amministratore delegato di Tsw Industries - ci consentirà di svilupparci ulteriormente sia attraverso acquisizioni strategiche che attraverso una crescita interna focalizzata allo sviluppo di nuove linee di prodotto e la presenza in nuovi mercati». «Con questa nuova operazione - afferma Giacomo Sella, vicepresidente del gruppo Sella e a capo della divisione Cib - si è concluso il programma di emissioni che Tsw Industries ha deliberato per continuare il proprio percorso di crescita e il gruppo Sella, con i suoi servizi dedicati al corporate & investment banking, ha lavorato a fianco dell’azienda in tutte le fasi di questo processo. Crediamo molto nello sviluppo delle aziende del territorio, che in questo periodo devono affrontare sfide importanti come la globalizzazione, la trasformazione digitale. La nostra divisione nasce proprio per mettere a disposizione delle imprese gli strumenti di finanza che servono per affrontare questi cambiamenti». L’assistenza legale nell’ambito dell’operazione è stata curata dallo studio legale Chiomenti.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››