SERVICES

Bono: «La concorrenza? Utile, se fa crescere l’economia»

Genova - «All’Antitrust Ue abbiamo già inviato un migliaio di pagine di approfondimenti, ma a volte abbiamo l’impressione che non le leggano nemmeno: continuiamo e speriamo».

Genova - «All’Antitrust Ue abbiamo già inviato un migliaio di pagine di approfondimenti, ma a volte abbiamo l’impressione che non le leggano nemmeno: continuiamo e speriamo». Non si è fatta attendere, la battuta dell’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono durante il dibattito che ha fatto da cornice, ieri a Genova al Palazzo della Borsa, alla dodicesima edizione dei premi “Economia Internazionale” e “Francesco Manzitti”. Oltre a Bono, il premio 2019 è andato all’economista Francesco Giavazzi. Parlando della difficile fusione con i cantieri navali francesi de l’Atlantique, Bono è stato perentorio: «Concorrenza vuol dire tante cose: se è fine a se stessa è un dogma, se invece è qualcosa che serve per far crescere il valore dell’industria è benvenuta. Se poi, come capita spesso, non fa crescere ma decrescere i valori, allora ci dobbiamo pensare». «Uno dei rischi – ha ammonito il numero uno di Fincantieri - è che si guardi all’operazione cristallizzando la situazione attuale senza considerare quello che può succedere fra 4 o 5 anni, mentre è necessario guardare allo scacchiere dell’economia globale creando alleanze europee forti che sappiano competere con la concorrenza mondiale. Dite che ho rapporti non amichevoli con l’Antitrust? Beh, diciamo che sono abituato in generale a non avere buoni rapporti, e non solo con l’Antitrust...».

Il presidente della Camera di commercio Luigi Attanasio ha sottolineato in apertura dei lavori come «in un panorama internazionale caratterizzato dalla crescente diffusione di sovranismo, guerre commerciali, stagnazione, l’attenzione verso queste tematiche diventa essenziale e urgente non solo per l’Italia ma anche per l’Europa». Nel corso della giornata promossa dall’Istituto di Economia Internazionale della Camera di commercio, Fincantieri e Università di Genova (rappresentata dal Rettore, Paolo Comanducci) hanno firmato una convenzione per la promozione e il finanziamento di alcune attività didattico-sperimentali. —

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››