SERVICES

La Scozia pronta a nazionalizzare i cantieri navali Ferguson

Glasgow - Il segretario alle Finanze Derek Mackay ha dichiarato che l’acquisizione del sito industriale, che dovrebbe entrare in amministrazione controllata, è diventata un’opzione.

Glasgow - Il governo scozzese sta valutando la nazionalizzazione del cantiere navale Ferguson al fine di salvare posti di lavoro. Il segretario alle Finanze Derek Mackay ha dichiarato che l’acquisizione del sito industriale, che dovrebbe entrare in amministrazione controllata, è diventata un’opzione. La tenuta finanziaria del cantiere è stata messa a repentaglio da un contenzioso riguardante la costruzione di due traghetti per l’armatore CalMac, che ha provocato un buco di 45 milioni di sterline. Il governo si è impegnato a portare a termine la costruzione delle due unità e a salvaguardare i 350 dipendenti dello stabilimento .

«Il passaggio del cantiere sotto la proprietà pubblica è una delle opzioni che stiamo esaminando – ha detto Mackay – Abbiamo provato in tutti i modi a confezionare una soluzione commerciale, e siamo molto delusi che non ci siano riusciti i proprietari dello stabilimento».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››