SERVICES

Mariotti, da Intesa ok al finanziamento per le Seabourn

Cristina Balbo, direttore regionale di Intesa Sanpaolo per Liguria Piemonte e Val d’Aosta: «Questa operazione che ha un importante impatto di tipo economico e sociale per il territorio». Prevista un carico occupazionale fino a 1.000 persone

Genova - È stato perfezionato quest’oggi il finanziamento ai cantieri T.Mariotti, parte del gruppo Genova Industrie Navali, per la costruzione delle due nuove navi da crociera extra lusso della categoria expedition della compagnia da crociera di lusso Seabourn del gruppo Carnival. L’operazione è stata condotta da Intesa Sanpaolo (banca capofila), Banca Imi (Arranger e Bookrunner) e Mediocredito Italiano. Per il perfezionamento dell’operazione il gruppo Mariotti è stato affiancato dal gruppo Intesa Sanpaolo, che ha dedicato un squadra di specialisti, assumendo i seguenti ruoli: Intesa Sanpaolo è Issuing & Fronting Bank e banca depositaria; Mediocredito Italiano è banca finanziatrice; Banca Imi è banca Bookrunner e Global Coordinator, banca Arranger e banca Agente.

Mariotti realizzerà gli scafi negli stabilimenti di San Giorgio di Nogaro - la cerimonia di taglio della prima lamiera si è svolto il 6 giugno scorso - mentre gli allestimenti saranno realizzati interamente a Genova. L’operazione rappresenta per T. Mariotti un momento importante di rilancio, collegato a doppio filo con la città di Genova, di cui da ormai oltre 90 anni rappresenta un punto di riferimento per il settore, con la possibilità di coinvolgere fino a 1000 lavoratori, senza contare i benefici per l’indotto di piccole e medie aziende coinvolte come fornitori.

L’acquisizione della commessa Carnival prevede la realizzazione di due navi passeggeri extra-lusso della categoria da spedizione per la Seabourn Cruise Line, società attiva nel settore delle crociere di lusso del gruppo statunitense Carnival. Le nuove navi Seabourn, extra lusso con certificazione per la navigazione tra i ghiacci, saranno caratterizzata da 132 suite con veranda fronte oceano, che ospiteranno fino a 264 ospiti.

Queste unità, di 170 metri di lunghezza e 23 mila tonnellate lorde, andranno ad aggiungersi alla flotta Seabourn in Antartide, nell’Artico e in altre destinazioni esotiche in tutto il mondo, nel rispetto degli standard della classe Polar Pc6. La prima consegna è prevista a giugno 2021, mentre la seconda nave è attesa per maggio 2022. Poiché le navi saranno costruite esclusivamente per i viaggi di spedizione, offriranno servizi progettati per offrire agli ospiti un’esperienza senza eguali in alcune delle aree più remote del mondo. La nuova offerta sarà costituita anche da due sottomarini trasportati a bordo, offrendo una vista indimenticabile del mondo sotto la superficie dell’oceano.

Cristina Balbo, direttore regionale di Intesa Sanpaolo per Liguria Piemonte e Val d’Aosta ha commentato: «Siamo da sempre molto vicini a Genova e ai suoi lavoratori e per questo abbiamo deciso di affiancare Mariotti in questa operazione che ha un importante impatto di tipo economico e sociale per il territorio. Il ruolo di una grande banca come la nostra è quello di sostenere il sistema economico del Paese erogando credito e affiancando le imprese nelle fasi più strategiche del loro percorso di crescita, per questo ci siamo dotati di team specializzati, che raccolgono le migliori competenze di Banca IMI e Mediocredito Italiano, per supportare le aziende nella consulenza e realizzazione di operazioni di finanza strutturata. Il successo dell’operazione di oggi consente a una eccellenza italiana, riconosciuta nel mondo e ricercata dai grandi committenti per qualità e alta tecnologia, di affrontare una nuova fase della sua storia aziendale, con un impatto sulla città e sul mantenimento del primato nella cantieristica navale».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››