SERVICES

«“Adrian Darya” ha venduto petrolio alla Siria»

Teheran - Il ministro degli Esteri britannico ha dichiarato che la petroliera iraniana Adrian Darya” ha venduto il suo petrolio greggio al regime di Assad in Siria, rompendo le assicurazioni che aveva dato per non vendere greggio al Paese

Teheran - Il ministro degli Esteri britannico ha dichiarato che la petroliera iraniana Adrian Darya” ha venduto il suo petrolio greggio al regime di Assad in Siria, rompendo le assicurazioni che aveva dato per non vendere greggio al Paese. La nave, precedentemente chiamata “Grace 1”, era stata sequestrata dai commando della Marina britannica il 4 luglio con l’accusa di essere in rotta verso la Siria.

Gibilterra l’ha rilasciata il 15 agosto dopo aver ricevuto assicurazioni scritte formali da Teheran sul fatto che la nave non avrebbe scaricato i suoi 2,1 milioni di barili di petrolio in Siria. Ma il Foreign office britannico ha dichiarato in una nota che era chiaro che l’Iran aveva violato tali rassicurazioni e che il petrolio era stato trasferito in Siria: «L’Iran ha mostrato totale disprezzo per le proprie rassicurazioni su “Adrian Darya 1” - dichiara il ministro degli Esteri Dominic Raab -. Questa vendita di petrolio al brutale regime (del presidente siriano Bashar al-Assad) fa parte di un modello di comportamento del governo iraniano progettato per interrompere la sicurezza regionale».

L’amministrazione degli Stati Uniti lo scorso anno ha dichiarato l’uscita dall’accordo sul nucleare del 2015 tra Teheran e le potenze occidentali e sta portando avanti una campagna per azzerare l’export iraniano. Washington aveva messo in guardia qualsiasi stato dall’assistere la nave, dicendo che avrebbe considerato quel supporto come rivolto a un’organizzazione terroristica.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››