SERVICES

Troppi rischi, P&O ritira la sua nave da crociera dal Golfo Persico

Londra - Quella livrea molto “british” rischiava di trasformare la nave da crociera in un obiettivo di guerra. O, quantomeno, in un oggetto da sequestrare.

Londra - Quella livrea molto “british” rischiava di trasformare la nave da crociera in un obiettivo di guerra. O, quantomeno, in un oggetto da sequestrare. Così il presidente di P&O Cruises, Paul Ludlow, ha preferito non correre rischi e, soprattutto, non farli correre ai suoi clienti: tutte le crociere nel Golfo Persico programmate dalla nave Oceana (realizzata da Fincantieri 19 anni fa, nello stabilimento di Monfalcone), sono state cancellate almeno fino a marzo dell’anno prossimo.

«Sappiamo che i nostri ospiti rimarranno delusi, ma la sicurezza dei nostri ospiti e dell’equipaggio è assolutamente prioritaria. Considerando lo status del Regno Unito e l’incertezza nella regione, abbiamo dovuto prendere questa difficile decisione». La compagnia ha fatto sapere che tutti gli ospiti saranno rimborsati completamente e che le rotte per la regione potrebbero tornare nel 2020.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››