SERVICES

Marghera, forte odore dal petrolchimico

Genova - Sono in corso verifiche, ma Eni tranquillizza: «Nessuna anomalia degli impianti. Solo fenomeni transitori».

Genova - La Centrale operativa della Polizia locale rende noto che la Raffineria Eni di Porto Marghera ha comunicato che oggi, durante le operazioni di carico di DMDS (dimetildisolfuro) agli impianti Ecofining (HF1 e HF2), necessari all’attivazione del catalizzatore, si sono generati fenomeni transitori odorigeni non legati a situazioni di anomalia degli impianti.

Sono in corso verifiche congiunte con Arpav e vigili del Fuoco. Le operazioni di attivazione del catalizzatore termineranno entro 6 ore.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››