SERVICES

Gioia Tauro, verso un nuovo taglio dei portuali

Genova - Riunione tra Mct e sindacati: tensione tra i due soci, Msc e Contship. Il gruppo di Aponte: «Noi disponibili a sostenere gli investimenti necessari».

Genova - «Nuovi licenziamenti». Li ha annunciati Mct, il terminalista che gestisce lo scalo di Gioia Tauro e i sindacati sono insorti. Colpa della lite continua tra i due soci, Msc e Contship e del calo di traffico dello scalo che ha portato ad un’ulteriore diminuzione nel corso del 2018, segnando -5%. Sono i numeri e le notizie fornite dai sindacati dopo la lunga e tesa riunione di oggi pomeriggio.

Al tavolo è emersa ancora una volta la disponibilità di Msc a sostenere gli investimenti per lo scalo, ma la tensione con Contship è sempre alta. Come spiegano i media locali si è attivata anche la prefettura per affrontare le conseguenze della decisione di nuovi licenziamenti.

Nel quadro si inseriscono le decisioni del giudice del lavoro di Palmi che sta reintegrando gradualmente molti dei portuali che erano stati licenziati e che sono confluiti poi nell’Agenzia del lavoro creata per sostenere la necessità di manodopera sulle banchine.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››