SERVICES

Disastro della Prestige: risarcimenti per 1,6 miliardi di euro

Genova - A causa del naufragio, per diverse settimane 63.000 tonnellate di carburante avevano invaso le coste spagnole, portoghesi e francesi per migliaia di chilometri.

Genova - Si è conclusa la vicenda giudiziaria della nave cisterna Prestige, affondata in Galizia il 19 novembre 2002. La Corte suprema spagnola ha fissato in 1,6 miliardi di euro l’entità dei risarcimenti per responsabilità civile. Il comandante Apostolos Mangouras era già stato condannato a due anni di carcere.
A causa del naufragio, per diverse settimane 63.000 tonnellate di carburante avevano invaso le coste spagnole, portoghesi e francesi per migliaia di chilometri. Più di 300.000 volontari erano stati impegnati nella pulizia di spiagge e rocce.
Secondo la giustizia, i responsabili civili della catastrofe furono l’armatore (Mare Shipping), il comandante (oggi più che 80enne), l’assicuratore (The London Steamshio Owners) e i fondi internazionali di risarcimento per i danni da idrocarburi (Fipol).

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››