SERVICES

Gli armatori coreani: «Hyundai Merchant e Sm Line devono fondersi»

Genova - L’associazione degli shipowners di Seul prova a forzare: «Solo così potremmo competere con gli europei».

Genova - Una fusione tra HMM e SM Line è necessaria. Lo dice con chiarezza la Korea Shipowners Association (KSA) attraverso una presa di posizione del proprio vice presidente Kim Young-moo. Perché, secondo la locale associazione degli armatori, all’estero le compagnie si stanno aggregando e in alcuni casi fanno addirittura cartello «così anche noi saremo in grado di competere sul mercato». HMM e SM Line entrambe hanno preso parte del mercato lasciato libero dal collasso di Hanjin. HMM ha 65 navi in flotta e 20 in ordine. Tra queste ci sono 20 portacontainer e cinque Vlcc. Sm invece ha un totale di 21 unità. «Dovremmo considerare seriamente l’eventualità di una fusione tra le due compagnie, saremo così in grado di affrontare le compagnie europee che stanno facendo cartello. Dovremo aumentare la nostra capacità, ridurre i costi e rendere più efficienti le nostre rotte attraverso nuovi consolidamenti e fusioni». Perché la Corea, sempre secondo la locale associazione degli armatori, deve avere una compagnia con una capacità di almeno 1 milione di teu. Attualmente Hyundai Merchant ha 400 mila teu e Sm Lines 170 mila teu da proporre al mercato.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››