SERVICES

Giappone, trovati morti i 7 marinai Usa dopo la collisione con il cargo

Tokyo - I sommozzatori hanno rinvenuto i cadaveri dei marinai in una zona dormitorio che era stata invasa dall’acqua.

Tokyo - Sono stati trovati morti i sette marinai americani dispersi in seguito alla collisione tra il cacciatorpediniere Usa Fitzgerald e una nave porta container battente bandiera filippina. L’incidente era avvenuto giovedì al largo della penisola giapponese di Izu, a sud-ovest di Tokyo. I sommozzatori hanno rinvenuto i cadaveri dei marinai in una zona dormitorio che era stata invasa dall’acqua, ha reso noto la Marina americana. Il cacciatorpediniere era stato speronato dal mercantile sotto la linea di galleggiamento e l’acqua del mare ha invaso con una spaventosa potenza la sala macchina, la sala radio e alcune cabine. L’incidente è avvenuto in piena notte mentre molti marinai dormivano. Dopo la collisione l’Uss Fitzgerald era rientrato nella base navale di Yokosuka. Nell’area in cui è avvenuto lo speronamento il traffico commerciale è molto intenso, poichè si tratta di un canale che conduce ai porti di Yokohama e della capitale del Giappone, mete di numerose navi container. Lo scontro, dunque, non è un inedito nell’area. Da una prima ricostruzione sembra emergere una manovra scorretta da parte della nave commerciale, un gigante da 220 metri che avrebbe virato bruscamente dirigendosi verso il più piccolo (154 metri) cacciatorpediniere.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››