SERVICES

Costa si rafforza nel Mediterraneo

Genova - Costa Crociere nei programmi 2020 e 2021 scommettesu un rafforzamento della presenza nel Mediterraneo con l’arrivo delle due nuove navi ammiraglie verdi “Costa Smeralda” e “Costa Toscana”, alimentate a gas naturale liquefatto

Genova - Costa Crociere nei programmi 2020 e 2021 scommette su un rafforzamento della presenza nel Mediterraneo con l’arrivo delle due nuove navi ammiraglie verdi “Costa Smeralda” e “Costa Toscana”, alimentate a gas naturale liquefatto.

Sempre nell’inverno 2020/2021 la compagnia tornerà in Turchia e Israele con due nuovi itinerari di 14 giorni in partenza da Savona a bordo di “Costa Fortuna” e potrebbero non essere le sole novità: «La strategia di Costa Crociere per i prossimi anni si basa su uno sviluppo che sia sostenibile e che sappia recepire i trend crescenti di domanda da parte degli ospiti - dice il direttore generale di Costa Crociere Neil Palomba -. Le novità che abbiamo annunciato vanno in questa direzione e mirano a soddisfare al meglio le richieste degli ospiti. Per questo motivo, stiamo lavorando a un potenziamento ulteriore del nostro impegno nel Mediterraneo, che diventerà sempre di più la nostra casa, con un’offerta di itinerari per tutte le esigenze».

Per quanto riguarda l’entrata in servizio delle due nuove ammiraglie in costruzione presso gli stabilimenti Meyer Werft in Finlandia, “Smeralda”, effettuerà da novembre 2019 crociere di una settimana nel Mediterraneo Occidentale, affiancata da “Toscana” che entrerà in servizio nel 2021. “Costa Firenze” (in costruzione presso la Fincantieri di Marghera) dopo la consegna fissata il 30 settembre 2020, farà rotta direttamente sulla Cina per rispondere alle crescenti richieste del mercato, saltando le crociere previste a ottobre 2020 in Italia, Francia e Spagna.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››