SERVICES

Batterie sulle navi Aida, Thamm: «Vogliamo flotta a emissioni zero»

Genova - Il marchio tedesco di Costa Crociere ha firmato un accordo con il produttore norvegese Corvus: «Le operazioni partiranno nel 2020».

Genova - Aida Cruises, marchio tedesco del gruppo Costa e Corvus Energy, il principale fornitore mondiale di batterie marine con sede in Norvegia, hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per l’installazione di sistemi di accumulo di energia agli ioni di litio a bordo della flotta Aida. L’avvio delle operazioni sulla prima nave Aida è previsto nel 2020. La compagnia conferma la notizia anticipata dal MediTelegraph

Michael Thamm, Amministratore Delegato del Gruppo Costa e di Carnival Asia, ha dichiarato: «Il nostro obiettivo finale è arrivare ad avere navi da crociera a emissioni zero. L’alimentazione elettrica è un altro importante traguardo verso questo obiettivo. Grazie alla collaborazione con Corvus Energy, già entro pochi mesi Aida Cruises lancerà questa tecnologia innovativa su una grande nave da crociera».

L’azienda norvegese-canadese Corvus Energy è uno dei più importanti fornitori di batterie nel settore marittimo ed è considerata un pioniere nello sviluppo di sistemi di accumulo dell’energia a bordo delle navi. Anche le aziende ABB e Siemens saranno partner del progetto.

A pochi mesi dalla consegna della prima nave da crociera alimentata a gas naturale liquefatto (LNG), Aida Cruises sta quindi lavorando a un ulteriore miglioramento della propria flotta attraverso l’utilizzo di energia elettrica proveniente da sistemi di accumulo a batterie installati a bordo. «Grazie all’utilizzo di questa tecnologia, il consumo di combustibili fossili sarà ulteriormente ridotto e l’efficienza operativa delle navi crescerà in modo significativo - scrive la compagnia in una nota - L’esperienza che sarà maturata con questo progetto pilota sulla prima nave Aida servirà per un ulteriore sviluppo dei sistemi a batterie sulle altre navi della flotta di Aida Cruises e di Costa Crociere».

«L’introduzione delle batterie rappresenta un altro passo importante nell’implementazione della “Green Cruising Strategy” di Aida. A fine 2018 è entrata in servizio Aidanova, la prima nave da crociera al mondo alimentata, sia in porto che in navigazione, a LNG, combustibile che garantisce un livello di emissioni molto basso. Solo alcuni giorni fa AIDA Cruises ha ottenuto il “Blue Angel”, la certificazione di qualità del Governo Federale Tedesco, che ha premiato l’innovazione in materia di salvaguardia ambientale della nuova ammiraglia Aidanova. Entro il 2023 saranno consegnate altre due nuove navi Aida alimentate a LNG. Aida Cruises è inoltre all’avanguardia nel settore crociere in molte altre aree relative alla riduzione delle emissioni. Già alla fine del 2020, dodici delle quattordici navi della flotta Aida saranno in grado di ricevere energia elettrica da terra, nei porti dove sarà disponibile. Dal 2017 Aidasol utilizza regolarmente energia elettrica proveniente dall’impianto di Amburgo-Altona. Nell’ambito della sua “Green Cruising Strategy”, Aida sta anche esplorando la possibilità di una produzione di gas liquefatto da fonti rinnovabili priva di CO2 (progetto “Power to Gas”) o l’introduzione di celle a combustibile sulle navi da crociera. Il primo test sull’utilizzo delle celle a combustibile è previsto già nel 2021 a bordo di una nave Aida, in collaborazione con il cantiere navale Meyer Werft e altri partner».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››