SERVICES

I sindacati sul piede di guerra: «Gnv chiede l’autoproduzione a Genova»

Genova - Cgil, Cisl e Uil: «Pronti alla mobilitazione se la compagnia continuerà a insistere con la richiesta».

Genova - «Le scriventi organizzazioni sindacali ribadiscono la loro totale contrarietà all’autoproduzione, soprattutto laddove sono presenti le maestranze portuali formate professionalmente ad operare». Lo scrivono in una nota Cgil, Cisl e Uil. «Riteniamo inaccettabile il continuo ricatto di alcune compagnie di navigazione che operano già in autoproduzione (ad esempio nel porto di Savona), oppure attuano richieste di autoproduzione in altri porti italiani. Ricordiamo che le segreterie nazionali avevano già proclamato uno sciopero nazionale per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema così delicato. Abbiamo fatto una grande manifestazione nazionale che ha avuto una grande partecipazione sia in termini di adesione allo sciopero sia in termini di adesione alle manifestazioni» scrivono i sindacati. «Oggi veniamo a conoscenza che Gnv in diversi porti italiani, compreso Genova, continua a chiedere l’autoproduzione: siamo determinati nel contrastare tale pratica, vogliamo ribadire ancora una volta che se si concedessero tali autorizzazioni, saremo pronti a prendere le dovute iniziative a difesa del lavoro dei portuali» concludono i sindacati .

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››