SERVICES

I Navantia riallestiranno la Carnival “Triumph”

Monfalcone - La compagnia di navigazione statunitense Carnival Cruise Line (Gruppo Carnival) ha annunciato il completo riallestimento della sua nave “Triumph” che una volta terminati i lavori verrà ribattezzata “Sunrise”

Monfalcone - La compagnia di navigazione statunitense Carnival Cruise Line (Gruppo Carnival) ha annunciato il completo riallestimento della sua nave “Triumph” che una volta terminati i lavori verrà ribattezzata “Sunrise”. Questo ristrutturazione multimilionaria, si parla di 200 milioni di dollari, sarà effettuata a Cadice dai cantieri Navantia. La nave entrerà in bacino la prossima primavera e vi resterà per circa due mesi. L’unità ha una stazza lorda di 101.509 tonnellate ed è stata realizzata da Fincantieri a Monfalcone. Entrata in servizio nel luglio del 1999, è la seconda unità della classe Destiny. Proprio la capostipite Carnival “Destiny” era stata completamente ristrutturata nel 2013 nel bacino di Trieste del gruppo italiano dei cantieri navali. Anche allora la nave era stata riallestita internamente in chiave più moderna, ma aveva anche subito significative modifiche strutturali. Ribattezzata Carnival “Sunshine”, ha ripreso la sua attività negli States dopo la stagione inaugurale nel Mediterraneo. Invece stavolta con “Triumph/Sunrise” non avverrà lo stesso; una volta lasciata Cadice la nave riattraverserà l’Atlantico con direzione Norfolk, negli Stati Uniti.

Successivamente effettuerà crociere in partenza da New York da quattro a 14 giorni durante la stagione estiva per poi trasferirsi a Fort Lauderdale per quella invernale con un programma di crociere brevi di quattro e cinque notti. In questi anni tutte le maggiori compagnie di navigazione stanno investendo milioni di dollari nei refitting delle navi più datate delle rispettive flotte. Questo per mantenere gli standard elevati di servizio delle nuove costruzioni. Sicuramente i due progetti “Sunshine” e “Sunrise” di Carnival sono quelli che stupiscono di più perché comportano la completa ricostruzione delle aree alberghiere. C’è da chiedersi se interventi più leggeri che non snaturano le navi (come quelli dei concorrenti) siano invece più efficaci e meno onerosi dal punto di vista economico.

Di sicuro questa tendenza continuerà nei prossimi anni con conseguenti carichi di lavoro nei cantieri specializzati nella manutenzione ordinaria e straordinaria delle grandi navi da crociera.

Entrando nel dettaglio di quello che sarà fatto su “Triumph” si possono ricordare la realizzazione di due lussuose Captain’s Suite, posizionate al di sopra del ponte di comando (che offriranno grandi finestre panoramiche) e di nuove Grand Suite con balcone. Tutte le cabine verranno trasformate e arredate secondo il tema caraibico, già presente a bordo delle ultime unità del marchio.

Sarà ripensata anche l’offerta culinaria: verranno realizzati il ristorante italiano “La Cucina del Capitano”, quello di carni “Fahrenheit 555” e il ristorante giapponese “Bonsai Express”. Subiranno aggiornamenti anche il centro benessere e sarà realizzato a bordo un grande parco acquatico. Sarà rivisitata l’area bambini e sarà realizzata anche l’area relax all’aperto solo per adulti. Così tutti quelli che hanno viaggiato con “Triumph” negli ultimi 20 anni stenteranno a riconoscerla, “Sunrise” sarà un’esperienza tutta nuova per i suoi ospiti.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››