SERVICES

Bulgaria e Ungheria proibiscono il traffico sul Danubio

Genova - Tutte le navi in transito attraverso il tratto bulgaro dovranno ormeggiare nel porto più vicino, perché il ghiaccio galleggiante crea seri rischi per la navigazione.

Genova - Il traffico fluviale nella parte bulgara del Danubio è stato proibito da ieri dopo che i banchi di ghiaccio hanno coperto più dell’80% della superficie del fiume, nei pressi della città di Ruse. Tutte le navi in transito attraverso il tratto bulgaro dovranno ormeggiare nel porto più vicino, perché il ghiaccio galleggiante crea seri rischi per la navigazione. Le autorità fluviali ungheresi hanno a loro volta vietato il traffico nella parte di fiume di propria competenza. Nella città bulgara di Silistra, la copertura ghiacciata del Danubio ha superato il 70%, mentre a Vidin è oltre l’80%, come riportato dal Sofia Globe. Più di 20 navi, in maggioranza ucraine, bulgare e romene, sono bloccate nell’area. Il Danubio è una delle principali arterie fluviali d’Europa. Il fiume si è ghiacciato più di 28 volte negli ultimi 117 anni, afferma la Radio nazionale bulgara. Per i prossimi giorni di gennaio si prevede che la coltre di ghiaccio possa espandersi ancora, nel qual caso il divieto dei traffici sarà probabilmente esteso ulteriormente.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››