SERVICES

Eolico fra alti e bassi: la mafia sa come investire / FOCUS

Roma - Sono lontani i tempi in cui investire nell’eolico era un affare facile e sicuro, grazie ai cospicui incentivi messi a disposizione per il lancio dell’energia elettrica prodotta dal vento, allora lontana dalla cosiddetta grid parity

Roma - Sono lontani i tempi in cui investire nell’eolico era un affare facile e sicuro, grazie ai cospicui incentivi messi a disposizione per il lancio dell’energia elettrica prodotta dal vento, allora lontana dalla cosiddetta grid parity, ovvero la parità di prezzo rispetto all’energia prodotta con fonti fossili. La mafia tuttavia non ha smesso di guardare a questo business, grazie anche alla presenza di personaggi come Vito Nicastri, prestanome di Matteo Messina Denaro e socio di fatto di Paolo Arata, protagonista del “Siri-gate” è anche un vero esperto del settore.

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO SUL SECOLO XIX (EDIZIONE 27 APRILE, PAGINA 2)

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››