SERVICES

Cdp, le fondazioni bancarie dicono sì a Gorno Tempini presidente

Roma - Le fondazioni bancarie hanno raggiunto il consenso sull’indicazione del nome di Giovanni Gorno Tempini quale nuovo presidente di Cdp al posto di Massimo Tononi.

Roma - Le fondazioni bancarie hanno raggiunto il consenso sull’indicazione del nome di Giovanni Gorno Tempini quale nuovo presidente di Cdp al posto di Massimo Tononi. È quanto riferiscono fonti al termine dell’incontro che si è tenuto in Acri secondo le quali una indicazione formale arriverà al cda di Cassa del 24 ottobre. Prima di quella data ci sarà anche un confronto con il Mef, azionista di maggioranza.
Nella riunione odierna, riferiscono le fonti, ci sarebbero state richieste di chiarimenti da parte di qualche rappresentante delle fondazioni ma con un sostanziale consenso sulla scelta di Gorno. Gorno, già amministratore delegato di Cdp ai tempi di Berlusconi e Monti e oggi consigliere di amministrazione di Banca intesa, è stato preferito a quelli di Matteo Melley, presidente della Fondazione Cassa Spezia, del vicepresidente Acri Umberto Tombari, dell’ex ministro all’Economia Vittorio Grilli e di Donato Iacovone, docente della Luiss e amministratore delegato della societa Ey.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››