SERVICES

Sanzioni Usa, più di 20 navi bloccate davanti alle coste iraniane

Teheran - “Società come Bunge e la cinese Cofco International sono state colpite da ritardi nei pagamenti e da costi aggiuntivi fino a 15.000 dollari al giorno, poiché le rinnovate restrizioni statunitensi bloccano l’elaborazione delle transazioni”, dicono le fonti citate da Reuters.

Teheran - Più di 20 navi che trasportano circa un milione di tonnellate di grano sono bloccate fuori dai porti iraniani poiché le sanzioni statunitensi creano problemi di pagamento e ostacolano gli sforzi del paese per importare materie prime vitali, secondo fonti direttamente coinvolte nel commercio citate dall’agenzia Reuters. “Società come Bunge e la cinese Cofco International sono state colpite da ritardi nei pagamenti e da costi aggiuntivi fino a 15.000 dollari al giorno, poiché le rinnovate restrizioni statunitensi bloccano l’elaborazione delle transazioni”, dicono le fonti citate da Reuters.

Cibo, medicine e altre forniture umanitarie sono esenti dalle sanzioni imposte da Washington. Ma il resto delle misure statunitensi colpisce tutto, dalle vendite di petrolio alle attività di spedizione e finanziarie: una situazione che ha dissuaso molte banche straniere dal portare a termine qualsiasi attività in Iran, compresi quelle previste da accordi umanitari come le spedizioni alimentari. I pochi istituti rimasti affrontano molteplici ostacoli a causa del blocco dei canali finanziari.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››