SERVICES

L’Ue non riconosce il voto in Crimea: «La penisola è Ucraina»

Bruxelles - L’Unione europea «rimane ferma nel suo sostegno all’integrità territoriale e alla sovranità dell’Ucraina».

Bruxelles - «Ieri nella Federazione Russa e nella penisola di Crimea si sono svolte le elezioni locali e regionali», ma «l’Unione europea non riconoscendo l’annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli da parte della Federazione Russa non riconosce lo svolgimento di elezioni nella penisola di Crimea». Lo afferma il portavoce del servizio di azione esterna dell’Ue, l’ufficio di Federica Mogherini. «Pertanto - prosegue la nota - chiunque venga eletto nella penisola di Crimea» e «che afferma di rappresentare le popolazioni della Crimea e di Sebastopoli non sarà riconosciuto come rappresentante di quei territori, che sono ucraini». Il portavoce ribadisce che l’Unione europea «rimane ferma nel suo sostegno all’integrità territoriale e alla sovranità dell’Ucraina».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››