SERVICES

Niente stipendi a Cagliari. I portuali preparano sciopero e blocchi

Cagliari - Ancora crisi per il porto canale di Cagliari: 300 lavoratori di Cict e Iterc non hanno ricevuto lo stipendio di maggio.

Cagliari - Ancora crisi per il porto canale di Cagliari: 300 lavoratori di Cict e Iterc non hanno ricevuto lo stipendio di maggio. La denuncia arriva da Cgil, Cisl e Uil. Se non ci dovessero essere risposte all’emergenza, il 6 giugno - annunciano i sindacati - sarà giornata di mobilitazione con blocchi all’ingresso della città e nei varchi portuali. Un caso non isolato: i sindacati ricordano la «CTS srl messa in liquidazione lo scorso aprile e con i suoi 16 dipendenti mandati a casa senza nessun preavviso e la MTS che ha licenziato i suoi sei dipendenti qualche settimana fa». Numeri che ora rischiano di diventare drammaticamente alti.

«La situazione è oramai divenuta critica - affermano Corrado Pani della Cisl Trasporti - Massimiliana Tocco della Filt Cgil di Cagliari e Valerio Mereu della Uiltrasporti - Ripianare le perdite di esercizio di CICT, deciso nell’ultimo Cda, poteva rappresentare una boccata di ossigeno e ridare un pò di speranza a centinaia di lavoratrici e lavoratori, diretti e indiretti. In realtà la mancata erogazione dello stipendio di maggio ai lavoratori delle due imprese è un chiaro segnale di come il terminal container si stia avviando ad una rapida chiusura». I sindacati parlano di «silenzio della politica sarda e nazionale nonostante i numerosi incontri con prefetto e ministri e le promesse». Il primo appello è proprio al prefetto. «Chiediamo - dicono le tre sigle - anzi pretendiamo che il intervenga con urgenza affinché venga convocato urgentemente il tavolo di crisi presso il Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo Economico alla presenza dei sindacati di categoria e confederali cosi come promesso anche dai Ministri Di Maio e Salvini durante gli ultimi incontri avuti con Fit, Filt e Uilt». Sos girato a Regione, Autorità di Sistema Portuale e ministeri. «Devono pensare - avvertono i sindacati - subito a tutti quegli interventi necessari per il rilancio del terminal container».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››