SERVICES

Sace Simest, a febbraio export italiano +3,4%

Roma - «A febbraio le esportazioni italiane di beni è aumentato del 3,4%rispetto allo stesso mese del 2018: questo risultato porta la media del primo bimestre al 3,2%. Si tratta di un segnale positivo per i prodotti italiani, in considerazione della congiuntura europea e internazionale»: lo si legge nell’ultima analisi di Sace

Roma - «A febbraio le esportazioni italiane di beni è aumentato del 3,4% rispetto allo stesso mese del 2018: questo risultato porta la media del primo bimestre al 3,2%. Si tratta di un segnale positivo per i prodotti italiani, in considerazione della congiuntura europea e internazionale, in rallentamento rispetto all’anno precedente, ma, in ogni caso, la natura parziale del dato impone cautela». Lo si legge nell’ultima analisi dell’Ufficio Studi di Sace “Che export tira?”: un approfondimento che riepiloga i principali risultati dell’export italiano, con indicazioni su aree geografiche, Paesi, raggruppamenti delle principali industrie e settori. «I prossimi mesi - prosegue il rapporto - saranno il vero banco di prova. L’area dell’Unione europea avanza a ritmi moderati con Francia e Germania tra le migliori destinazioni. Al contrario, diminuisce l’export in Polonia e Repubblica Ceca, due dei mercati migliori nel 2018. Calano le vendite in Spagna, ma con significative eccezioni tra i settori. Avanzano le vendite nell’area extra-Ue, specie in Svizzera (+14,7%), India (+12,2%) e Giappone (+10,5%). Meglio della attese la Cina (+2,8%); in calo Africa Subsahariana e Mercosur».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››