SERVICES

Piaggio, il drone non è nei piani della Difesa

Genova - Per salvare la Piaggio Aerospace commissariata il governo ha promesso di investire 250 milioni in un prodotto che il capo di Stato maggiore dell’Aeronautica Alberto Russo non ritiene utile. Rosso, a dire la verità, conferma un’opinione già espressa in passato dall’allora capo di Stato maggiore dell’Aeronautica

Genova - Per salvare la Piaggio Aerospace commissariata il governo ha promesso di investire 250 milioni in un prodotto che il capo di Stato maggiore dell’Aeronautica Alberto Russo non ritiene utile. Rosso, a dire la verità, conferma un’opinione già espressa in passato dall’allora capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare Enzo Vecciarelli, oggi capo di Stato maggiore della Difesa. Ovvero che il P1HH non è un drone che merita ulteriori investimenti, meglio sarebbe investire risorse sulla sua evoluzione, il P2HH (un sistema ancora tutto da progettare). Nonostante lo scetticismo dell’Aeronautica fosse quindi già noto, l’opinione espressa da Rosso nel corso dell’audizione nelle commissioni Difesa riunione di Camera e Senato allarma il sindacato, che ora chiede un incontro urgente al prefetto di Genova Fiamma Spena.

Durante l’ultimo incontro al ministero dell’Economia con le organizzazioni dei lavoratori, il sottosegretario Davide Crippa aveva spiegato l’intenzione di procedere con uno stanziamento di 250 milioni per completare le certificazioni del P1HH e acquistare 4 sistemi P1HH dual use. Per dual use si intende che possono essere utilizzati sia per funzioni militari sia civili. Ma Rosso ha confermato che il P1HH non è adeguato per l’uso militare. Le commissioni Difesa del Parlamento stanno discutendo la proposta del Mise in questi giorni, ieri la discussione è proseguita ed entro la fine della settimana potrebbe concludersi. «L’opinione del capo di Stato maggiore dell’Aeronautica è importante ma alla fine decide il governo - fa notare una fonte vicino al dossier -. Certo è che questo governo sul caso Piaggio dimostra di annaspare: lasciano intendere che il P1HH sarà dual use ma non è chiaro chi lo utilizzerà e per cosa».

Fim, Fiom e Uilm Genova chiedono un incontro urgente al prefetto Spena, segnalando le parole pronunciate in Parlamento da Rosso e sottolineando come queste «smentiscono il governo che il 26 febbraio aveva annunciato l’acquisto di quattro veicoli e per voce del colonnello Liggio del ministero della Difesa ne elencavano l’utilità». «Appreso la nuova e diversa posizione del ministero della Difesa i lavoratori sono preoccupati dall’incertezza in cui versa l’azienda aggravata dal fatto che le retribuzioni sono presenti solo per il prossimo mese». Interpellato sulla questione dal Secolo XIX-the MediTelegraph, il commissario di Piaggio Aerospace, Vincenzo Nicastro, non ha ritenuto di commentare.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››