SERVICES

Caso Saipem, Descalzi: «Sereni su Cipro, torneremo»

Roma - L’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi è sereno sul blocco della nave esplorativa noleggiata da Saipem bloccata dalle autorità turche al largo di Cipro.

Roma - L’amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi è sereno sul blocco della nave esplorativa noleggiata da Saipem bloccata dalle autorità turche al largo di Cipro. «Gli effetti - spiega - sono che dovevamo incominciare questo pozzo e stiamo aspettando».
«È chiaro che siccome dopo questo pozzo dobbiamo andare in un altro Paese, è molto probabile che in questi giorni dobbiamo spostarci mettendo in sicurezza questa esplorazione». «Poi - prosegue - torneremo in attesa che la diplomazia internazionale trovi una soluzione». Alla domanda se possono rinunciare al campo di Calypso, al largo di Cipro, Descalzi ha replicato: «No, siamo abituati a possibili contenziosi, solitamente in questi casi mettiamo in sicurezza i campi, non siamo andati via dalla Libia o da altri Paesi in cui c’erano situazioni complesse, siamo tutti molto tranquilli e sereni». Quanto alla prossima esplorazione «potrebbe essere in Marocco», ha concluso.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››