SERVICES

Acciaio, Gozzi: «Attenzione agli aiuti di Stato britannici»

Genova - «La Brexit apre fattori di incertezza rispetto all’industria britannica, a cominciare dall’eventuale introduzione di dazi».

Genova - «La Brexit apre fattori di incertezza rispetto all’industria britannica, a cominciare dall’eventuale introduzione di dazi. Ma per la siderurgia la novità più evidente è che il Regno Unito non sarà più sottoposto alle regole europee sugli aiuti di Stato e potrà fare ciò che vuole». Si sa che Antonio Gozzi, presidente di Federacciai, è da sempre critico rispetto alle dinamiche europee che sanzionano (a singhiozzo) l’intervento dello Stato a sostegno dell’industria primaria. Cameron si era già detto pronto a partecipare con il 25% al rilevamento di Tata Steel Uk, divisione inglese della multinazionale indiana. Se il processo di vendita subirà una battuta d’arresto è possibile che il governo decida di intervenire: «L’uscita della Gran Bretagna dall’Ue richiede tempo per essere implementata, ma ci avviamo verso disparità di trattamento sempre più evidenti». Proprio all’interno delle regole Ue si muove il governo italiano alle prese con la complicata cessione a privati dell’Ilva. Secondo Gozzi il fatto che «siano arrivati due offerte è positivo». L’AcciaItalia composta da Cdp, Arvedi e Delfin da un lato e la joint venture Marcegaglia-ArcelorMittal dall’altro.

Inutile chiedere al numero uno di Federacciai una preferenza, visto che due dei principali associati sono in campo da antagonisti: «Non sono tra quelli che dice che Mittal compra per chiudere», si limita a osservare l’esperto. Peccato che prima di fine anno non si entrerà nel vivo dei piani industriali proposti, visto che il governo ha introdotto il comitato di esperti incaricato di valutare in 120 giorni in piani ambientali. C’è chi dice che con questa mossa Renzi abbia voluto rinviare la questione Ilva a dopo il referendum costituzionale. Altri ricordano che gli impianti di Taranto sono ancora sotto sequestro della magistratura: da qui la necessità di fornire una garanzia governativa al risanamento ambientale.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››