SERVICES

Il porto di New York diventerà una base eolica / FOCUS

La Nyserda (New York State Energy Research and Development Authority), l’Empire State Development e il Dipartimento dei Trasporti di New York, hanno pubblicato una manifestazione di interesse per la ricerca di proposte mirate all’investimento nei porti newyorkesi, per sostenere il florido e promettente settore eolico offshore.

New York punta sull’eolico. La Nyserda (New York State Energy Research and Development Authority), l’Empire State Development e il Dipartimento dei Trasporti di New York, hanno pubblicato una manifestazione di interesse per la ricerca di proposte - provenienti da operatori portuali e altri soggetti interessati – mirate all’investimento nei porti newyorkesi, per sostenere il florido e promettente settore eolico offshore. La manifestazione di interesse rientra negli obiettivi del governatore Andrew M. Cuomo per lo sviluppo di ulteriori 9 gigawatt di energia eolica offshore entro il 2035. Secondo le stime, il programma dovrebbe creare oltre 1.600 posti di lavoro e generare attività economica per un valore complessivo pari a 3,2 miliardi di dollari. Si tratta, quindi, del primo passo di un processo a due fasi attraverso il quale New York vuole pre-qualificare i proponenti e selezionare in modo competitivo le proposte per individuare poi opportunità di investimento pubblico-privato nell’ambito delle infrastrutture portuali. Solo i proponenti che si saranno pre-qualificati, infatti, potranno partecipare alla successiva misura competitiva che verrà pubblicata nel 2020. I porti statali, per quanto concerne il settore eolico offshore, avranno la funzione di hub di riferimento per tutta la regione nord-orientale degli Stati Uniti.

Attualmente la produzione di energia nella regione supera già i 20 gigawatt. I primi due progetti di New York in questo ambito – Empire Wind e Sunrise Wind – produrranno quasi 1,7 gigawatt, abbastanza energia per alimentare più di un milione di abitazioni. La prima proposta, Equinor’s Empire Wind, prevede la realizzazione di un impianto in un’area di 80mila acri, in acque federali, a circa 20 miglia a sud di Long Island. Il progetto – che ha un potenziale energetico pari a 816MW – dovrebbe essere sviluppato con circa 60-80 turbine eoliche, con una capacità di oltre 10MW ciascuna. L’investimento complessivo dovrebbe aggirarsi intorno ai 3 miliardi di dollari. Una volta ultimato e attivo – entro la fine del 2024, secondo le stime attuali - l’impianto sarà in grado di servire oltre 500mila abitazioni a New York. Il secondo progetto, Sunrise Wind, è una joint-venture tra Ørsted e Eversource per la realizzazione di un impianto eolico. Il piano prevede, per il suo sviluppo e per le operazioni di costruzione e gestionali, la creazione di circa 800 posti di lavoro e consentirà l’alimentazione di oltre mezzo milione di abitazioni newyorkesi.

Oltre a tutto questo la Sunrise porterà un’ondata di investimenti nella contea di Suffolk, Long Island. Le due società, infatti, si sono impegnate mettere a disposizione 10 milioni di dollari per la creazione di un National Workforce Training Center, in partnership con il Suffolk County Community College e le principali associazioni sindacali. Un’azione che incrementerà gli obiettivi del National Offshore Wind Training Institute and Community di New York e della Workforce Benefits Fund. Allo stesso tempo Ørsted e Eversource hanno anche annunciato un piano per la realizzazione di un nuovo O&M (Operation and Maintenance) Hub nell’area della grater Port Jefferson, che includerebbe la possibilità di ormeggio per una nave di servizio, con magazzino e uffici dislocati nelle vicinanze. “New York ha tutte le carte in regola per essere l’epicentro mondiale del settore energetico eolico – dichiara Alicia Barton, presidente e Ceo di Nyserda – Questo grazie ad una serie di elementi che rendono la nostra posizione strategica e molto competitiva: rappresentiamo la tredicesima economia mondiale e disponiamo di un sistema infrastrutturale portuale solido e in salute. Ma non solo: la nostra è l’azione più importante a livello nazionale in un settore che sta vivendo un’importante fase di espansione”.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››