SERVICES

Cybersecurity, Leonardo cerca partner

Roma - Lo ha detto Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo, a margine del Cyber Tech Europe 2019.

Roma - La nuova divisione Cybersecurity di Leonardo «opera in modo intenso, stiamo lavorando al nostro interno, possiamo guardare a partnership con piccole realtà che hanno tecnologie interessanti per noi con cui cooperare, in caso, anche entrando nel loro capitale sempre con un’ottica federativa per mantenere queste capacità nelle mani di chi le ha sviluppate». Lo ha detto Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo, a margine del Cyber Tech Europe 2019. «Abbiamo messo insieme - ha proseguito - sicurezza fisica e sicurezza cibernetica perché crediamo che i due elementi siano strettamente connessi. Già oggi abbiamo una dimensione considerevole, il giro d’affari annuo di questa divisione è intorno ai 400 milioni di euro può crescere in modo significativo e abbiamo intenzione di crescere». Ma, soprattutto, ha sottolineato Profumo, «abbiamo l’ambizione di vedere Leonardo riconosciuta come l’interlocutore che consente anche di avere quella fiducia che è fondamentale quando si parla di digitale. Stiamo operando non solo in Italia ma anche all’estero con la creazione e l’aumento di capacità proprietarie di Leonardo».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››