SERVICES

Costa: «Italia pronta per percorso sulla green economy»

Roma - Confindustria certifica che l’84% delle aziende italiane è disposta a spendere in green economy e il 25% già ci spende. Il ministro: «Esportiamo tecnologia ambientale ma abbiamo difficoltà a svilupparla internamente»

Firenze - «L’Italia è il Paese con la miglior tecnologia per la green economy e Confindustria certifica che l’84% delle aziende italiane è disposta a spendere in green economy, e il 25% già ci spende. Questo significa che siamo un Paese pronto». Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa intervenendo alla giornata conclusiva del festival nazionale dell’economia civile, in corso a Firenze.

«Esportiamo tecnologia ambientale - ha proseguito Costa - ma abbiamo difficoltà a svilupparla internamente. Per essere chiari tutti i più grossi studiosi ci dicono che per ogni miliardo di euro speso per il carbonfossile, si producono mediamente 5000 posti di lavoro, per ogni miliardo speso per le energie rinnovabili si producono 15 mila posti di lavoro. Dobbiamo dunque iniziare questo percorso che punti alla green economy». «Iniziare questo percorso - ha spiegato Costa - significa aver messo nella legge di stabilità la riduzione degli imballaggi, e un 36% che alle aziende che non solo riducono gli imballaggi ma mettono bioplastica. Questa settimana dovrebbe finalmente passare la legge “salva mare uno”. L’altro giorno è passata in Parlamento europeo la norma sulle plastiche monouso. Dobbiamo adesso iniziare a liberare il sistema da alcuni ganci della burocratizzazione e io ho costituito una commissione di sburocratizzazione e semplificazione ambientale al ministero 50% fatta dalla Pubblica amministrazione, variamente declinata, e 50% fatta dal mondo dei privati».

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››