SERVICES

Piaggio, cancellata la commessa per il P1HH

Beirut - Il mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori non è l’unico problema per la Piaggio Aerospace Industries, unico produttore in Europa di droni militari. La grave crisi che sta coinvolgendo la compagnia sta avendo i suoi effetti anche sui mercati internazionali

Beirut - Il mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori non è l’unico problema per la Piaggio Aerospace Industries, unico produttore in Europa di droni militari. La grave crisi che sta coinvolgendo la compagnia - acquisita nel 2014 dal gruppi Mubadala Development Company, fondo sovrano di Abu Dhabi - sta avendo i suoi effetti anche sui mercati internazionali, dove perde terreno nei confronti dei colossi israeliani e americani: è infatti arrivata la notizia della cancellazione di un ordine di otto droni militari di tipo P1HH - per un investimento complessivo di 400 milioni di dollari - da parte degli Emirati Arabi Uniti, effettuato attraverso la Adasi, azienda di proprietà del ministero della Difesa. Lo ha riferito alla Reuters un portavoce della Mubadala Development Company, precisando che l’ordine sarebbe stato cancellato per via di «ritardi e problemi nei programmi stabiliti» (per un ammontare di circa 766 milioni). Il fondo sovrano ha fatto sapere che non ritiene più prioritario investire nella compagnia: «Visto che Piaggio ha dichiarato l’insolvenza e richiesto l’amministrazione straordinaria, Mubadala non sarà più coinvolta nella pianificazione e nella futura gestione degli affari», ha precisato il portavoce del Fondo sovrano. Gli otto velivoli avrebbero dovuto essere consegnati alle forze aeree emiratine entro gennaio 2019. Secondo fonti sindacali, la Piaggio Aerospace aveva già costruito quattro degli otto droni nei suoi stabilimenti di Albenga, in Liguria, quando è arrivato l’ordine di cancellazione. Proprio stamattina il presidente della regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci, insieme al Prefetto Fiamma Spena, hanno incontrato le delegazioni sindacali di Piaggio Aerospace.

Il mancato pagamento degli stipendi ai lavoratori ha innescato una crisi che vedrà la nomina di un commissario alla guida della compagnia, da nominare nel corso di dicembre. Il ministro del Lavoro Luigi di Maio ha fatto sapere che la nomina potrebbe arrivare già lunedì. A rischio ci sono più di un migliaio di posti di lavoro. Il 7 dicembre è previsto un incontro dedicato al futuro della Piaggio Aerospace al ministero dello Sviluppo economico. Gli sviluppi della vicenda vengono guardati con preoccupazione dalla Leonardo-Finmeccanica, con la quale Piaggio Aerospace è in debito per circa 100 milioni di euro per i componenti utilizzati nei propri droni. L’indebitamento della Piaggio è aumentato di circa 300 milioni nell’ultimo anno.

Secondo diversi osservatori, Leonardo potrebbe acquisire Piaggio Aerospace sfruttano la legge Marzano (sulla ristrutturazione industriale di grandi aziende insolventi), che concede due anni per la ristrutturazione, uno scenario che permetterebbe all’ex Finmeccanica di evitare di sobbarcarsi le perdite da 438 milioni registrate da Piaggio tra il 2014 e il 2016. Piaggio Aerospace nel frattempo perde terreno nei confronti di colossi americani come la General Atomic, Northrop Grumman, Lockheed Martin, o di quelli israeliani come la Elbit Systems e la Israeli Aerospace Industries. Quello dei droni militari è un mercato da 10 miliardi di dollari nel 2018, ma gli analisti ritengono crescerà notevolmente nel corso del prossimo decennio.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››