SERVICES

Trasporto merci a guida autonoma, caccia agli investitori

L’allarme del Regno Unito: «Siamo in ritardo». Ma il problema riguarda quasi tutti i Paesi.

I VEICOLI autonomi rappresenteranno il futuro del trasporto merci, anche di quello su strada. La diffusione attualmente troppo lenta di questi veicoli nel trasporto merci può far sì che il Regno Unito rimanga «molto indietro rispetto agli altri paesi, facendogli perdere l’opportunità di raccogliere i benefici che potrebbero derivare dall’essere un leader di mercato in questa tecnologia». Questo è quanto si legge in un report recentemente realizzato da Trl (Transport Research Laboratory) per la Cross River Partnership.
Acquista una copia digitale dell’Avvisatore Marittimo per continuare la lettura

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››