SERVICES

Gnl per le navi, al via il primo deposito in Italia

Genova - Il consiglio comunale di Ravenna ha dato il via libera alla costruzionedel deposito costiero di gas naturale liquefatto nell’area portuale, che sarà il primo in Italia a entrare in operatività a servizio di navi e autotrasporto - alla fine del 2020, quindi in concomitanza con le nuove norme Imo sui carburanti marini

Genova - Il consiglio comunale di Ravenna ha dato il via libera alla costruzione del deposito costiero di gas naturale liquefatto nell’area portuale, che sarà il primo in Italia a entrare in operatività a servizio di navi e autotrasporto - alla fine del 2020, quindi in concomitanza con le nuove norme dell’Organizzazione marittima internazionale (Imo) sui carburanti marini.

In discussione era in sostanza l’altezza della struttura, ma nei fatti la delibera del Comune (approvata in maniera bipartisan, salvo un voto contrario e due astenuti) è l’ok politico che chiude la conferenza di Via che permetterà al gruppo Pir di realizzare i depositi.

La struttura, la cui costruzione vale oltre 70 milioni di euro, avrà capacità 10 mila metri cubi utili di Gnl, sarà alta 24 metri, e verrà gestita da una nuova società costituita dal terminalista Pir insieme a Edison, controllata dal gruppo francese Électricité de France.Se i tempi dell’autorizzazione industriale saranno rispettati, il cantiere per i nuovi depositi sarà aperto ad aprile 2018.

Hai poco tempo?

Ricevi le notizie più importanti della settimana

Iscriviti ››